Team4x4 - Fitness, benessere e nutrizione

Come affrontare uno sgarro?

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Tanti di voi ci chiedono cosano devono fare prima o dopo un pasto libero.

Generalmente si tende adigiunare prima o fare ore ed ore di corsa, camminata o allenamenti estenuanti per bruciarecalorie.Ma quindi qual’è la cosa giusta da fare? NIENTE.

Si, hai capito bene, niente. Non bisogna vederlo come un ostacolo, ma come un premio.

Soprattutto se ti alleni e fai la dieta con costanza, devi imparare a goderti questi momenti di libertà con serenità.

Ciò che conta è l’impegno e la costanza di tutti giorni, non sarà di certo un momento di libertà a compromettere il tuo percorso. L’altro errore gigante, che commettono tante persone, è quello di eliminare cose a caso dalla propria dieta i giorni precedenti.

Ti pongo una domanda: come fai a levare del cibo se non sai cosa e quanto mangerai in futuro?

Se proprio bisogna “mettere una pezza” al massimo andrebbe fatto nei giorni successivi e non in quelli precedenti. Il pasto libero dovrebbe essere non programmato, l’ideale sarebbe non sapere neanche dove si va amangiare e non sapere cosa offre il menu; la maggior parte delle persone che hanno paura del cibo,sanno già dove andranno a mangiare, hanno già studiato a memoria il menù e sanno già cosa “dovranno” ordinare.

In questo modo si perde completamente la sorpresa ed il piacere del cibo edella compagnia.

Fai questa prova: fai scegliere agli amici o il partner il ristorante e goditi il piacere di leggere il menù e scegliere sul momento senza programmarti nulla!